Autorizzazione all'uso dei cookie

Dirigenza e Amministrazione

Via Santa Teresa, 30 - 20025 Legnano (MI) (ingresso via Monte Cervino)
    Tel.: +39 0331 54 04 89
    Posta elettronica Segreteria: mimm0cf007@istruzione.it
    Posta Elettronica Certificata: mimm0cf007@pec.istruzione.it
    C.F.: 92048900150 - Codice univoco: UFASW2 -  Codice IPA: cpiale

Codice meccanografico: MIMM0CF007

 

Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti sono istituzioni scolastiche autonome, attivate all’interno del Sistema nazionale di istruzione e organizzate in reti territoriali di servizi.
In Lombardia sono 19, ed offrono percorsi di istruzione per adulti, finalizzati al conseguimento di un titolo di studio di I livello (licenza media) e di II livello finalizzati al conseguimento della certificazione attestante l’acquisizione delle competenze di base connesse all’obbligo di istruzione di cui al decreto del Ministro della pubblica istruzione 22 agosto 2007, n. 139
Il CPIA è anche il luogo dove sviluppare competenze di base per l’esercizio attivo della cittadinanza ed è il soggetto istituzionale deputato all’integrazione linguistica dei migranti e a garantire il diritto di istruzione anche ai detenuti. I percorsi di alfabetizzazione e di apprendimento della lingua italiana sono finalizzati al conseguimento del titolo attestante il raggiungimento del livello di conoscenza della lingua italiana di livello A2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue elaborato dal Consiglio d’Europa.
Il CPIA, inoltre, è soggetto pubblico di riferimento per la costituzione delle Reti territoriali per l’apprendimento permanente.

La rete territoriale di servizio del CPIA 4 Milano-Legnano è così articolata:

MICT70800V   C/O IV S.M.S. RHO, via Pomè 25 - Tel. +39 02932094216
MICT70900P   C/O S.M.S. "TOSI" LEGNANO, Via Santa Teresa, 30 (ingresso via Monte Cervino) -Tel. +39 0331540489
MICT71000V   C/O S.M.S. "IV GIUGNO" MAGENTA, via Boccaccio 24 - Tel +39 0297275280
MIEE709013    Scuola Primaria Casa Circondariale Di Bollate  Via Cristina Belgioioso 120, Milano
MIMM709012   Scuola Primo Grado Casa Circondariale Di Bollate Via Cristina Belgioioso 120, Milano

Possono iscriversi ai CPIA gli adulti, e i giovani che hanno compiuto i 16 anni di età, anche stranieri che:

  • non hanno assolto l’obbligo di istruzione e che intendono conseguire il titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione;
  • intendo conseguire titolo di studio conclusivo del secondo ciclo di istruzione;
  • intendono iscriversi ai Percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana;
  • in possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione, dimostrano di non poter frequentare i corsi diurni

I corsi di istruzione per adulti dei CPIA, sono organizzati nei seguenti percorsi

  • Percorsi di istruzione di primo livello
  • Percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana
  • Percorsi di istruzione di secondo livello (Istituto Tecnico, Professionale e Liceo Artistico)

17 ottobre - Giornata internazionale per l'eliminazione della povertà
International Day for the Eradication of Poverty - 17 October

logo stop povertà

 

Povertà: non solo un problema economico

In un mondo caratterizzato da un livello senza precedenti di sviluppo economico, mezzi tecnologici e risorse finanziarie, che milioni di persone vivono in condizioni di estrema povertà è un oltraggio morale. La povertà non è solo una questione economica, ma piuttosto un fenomeno multidimensionale che comprende la mancanza sia di reddito sia delle capacità di base per vivere dignitosamente.

Le persone che vivono in condizioni di povertà subiscono molte privazioni correlate e che si rafforzano a vicenda che impediscono loro di realizzare i propri diritti e perpetuare la loro povertà, tra cui:

  • condizioni di lavoro pericolose 
  • alloggiamento non sicuro
  • mancanza di cibo nutriente
  • accesso disuguale alla giustizia
  • mancanza di potere politico
  • accesso limitato all'assistenza sanitaria

Quest'anno ricorre il 27 ° anniversario della dichiarazione dell'Assemblea Generale, nella sua risoluzione 47/196 del 22 dicembre 1992, del 17 ottobre come Giornata internazionale per l'eliminazione della povertà. Quest'anno ricorre anche il 32 ° anniversario dell'Invito all'azione di padre Joseph Wresinski - che ha ispirato l'osservanza del 17 ottobre come Giornata mondiale per il superamento della povertà estrema - e il riconoscimento da parte delle Nazioni Unite della giornata come Giornata internazionale per l'eliminazione di povertà.

Tema 2019: agire insieme per consentire ai bambini, alle loro famiglie e alle comunità di porre fine alla povertà.

Quest'anno ricorre il 30 ° anniversario dell'adozione della Convenzione sui diritti dell'infanzia (UNCRC) il 20 novembre 1989. Questo trattato sui diritti umani di riferimento stabilisce i diritti civili, politici, economici, sociali e culturali di ogni bambino, indipendentemente da la loro razza, religione o abilità.

In particolare, la Convenzione riconosce il diritto di ogni bambino a un tenore di vita adeguato allo sviluppo fisico, mentale, spirituale, morale e sociale del bambino. La povertà danneggia lo sviluppo dei bambini e, a sua volta, porta a una riduzione del reddito e della salute in età adulta. Quando la povertà infantile viene riconosciuta come una negazione dei diritti umani dei minori, le persone in posizioni di responsabilità e potere sono legalmente tenute a promuovere, proteggere e soddisfare i diritti dei minori. Soprattutto, è indispensabile riconoscere e affrontare le discriminazioni specifiche subite dalla bambina.

Invito

Unisciti a noi il 17 ottobre per la commemorazione della giornata internazionale presso la sede delle Nazioni Unite a New York. Si prega di registrarsi qui entro l'11 ottobre 2019 .

Unisciti alla campagna globale #EndPoverty   - Per saperne di più sulla giornata: #EndPoverty  (sito N.U.)

Centro Regionale di Informazione delle Nazioni Unite (UNRIC): Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile


mercoledì 25 settembre 2019   -  Municipio di Rho incontro tra il sindaco e lo studente Carmelo Ferraro.

dirigente- studente

E’ tornato sui banchi di scuola a 84 anni per prendere la licenza media: l’esperienza è stata così positiva che quest’anno ha deciso di proseguire gli studi. È la storia di Carmelo Ferraro, classe 1934, siciliano trapiantato a Rho da ormai 40 anni, che l’anno scorso ha deciso di rimettersi a studiare.
Una vicenda davvero unica, segnalata al Comune di Rho da una vicina di casa di Carmelo, che ha suscitato anche l’interesse del sindaco Pietro Romano, che ha voluto incontrarlo per congratularsi personalmente con lui. Presenti anche la sua famiglia e i professori della scuola che ha frequentato, il C.P.I.A., con la nuova dirigente scolastica, Alessandra Belvedere.

Intervista a Carmelo Ferraro un iscritto al CPIA di Rho. l piacere di apprendere non ha età un messaggio per i giovani che escono dal circuito scolastico!
Grazie ai docenti e a tutto il personale del CPIA. ( Nonno Carmelo si iscrive al liceo a 84 anni  link esterno su YouTube)

Comunicato stampa comune di RHO

Foto evento  (link esterno - foto di paolino ruggiero)

Locandina corsi CPIA

"Quando fai piani per un anno, semina grano. 
Se fai piani per un decennio pianta alberi.
Se fai piani per la vita, forma ed educa le persone." 
  
Proverbio cinese: Guanzi (c 645BC) 


 

Clicca sull'immagine per ultriori dettagli

Logo progetto cinema per la scuola

foto riprese progetto cinema

Integrazione Inclusione

continuità orientamento

piano triennale offerta formativa

Abbonamento a Feed prima pagina

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.